Fisioterapia per artrosi: i benefici della riabilitazione

Fisioterapia per artrosi

La fisioterapia per artrosi è un percorso di cura e di ritrovamento del benessere dedicato alle persone che soffrono di questa patologia degenerativa e, quindi, dei disagi causati da dolore articolare e rigidità nei movimenti. In questo approfondimento ti spiegheremo quali sono i benefici di un percorso di riabilitazione di fisioterapia e, soprattutto, ti spiegheremo tutto quello che è importante sapere circa questa patologia. 

Che cos’è l’artrosi?

È una patologia degenerativa delle articolazioni. Si tratta di un disturbo doloroso che interessa il 10% della popolazione adulta e che ha un’incidenza del 50% sulle persone che hanno compiuto più di 60 anni di età. 

La comparsa di questa patologia avviene attraverso la formazione di nuovi tessuti connettivi ed ossei attorno alle zone colpite, specialmente su vertebre lombari e ginocchia. Queste articolazioni appaiono alterate da cartilagini, assottigliamenti ed osteofiti che causano dolore e rigidità nei movimenti. 

Per questo viene trattata in modo combinato attraverso una terapia conservativa che punti a:

  • ridurre il dolore, 
  • liberare il paziente dalla rigidità, 
  • evitare l’avanzamento anche sulle articolazioni limitrofe. 

Gran parte del percorso di cura avviene attraverso la fisioterapia che, tuttavia, viene eseguita in base al caso clinico, allo stato di avanzamento della malattia e ad una serie di fattori personali che saranno valutati in sede di diagnosi. Vediamo meglio quali sono gli obiettivi della fisioterapia per contrastare l’artrosi e quali benefici è in grado di apportare ai nostri pazienti.  

Cosa colpisce l’artrosi e come si classifica?

Anche detta osteoartrosi,  può manifestarsi in vari modi, o meglio, gradi. In particolare si parlerà di:

  • primaria quando questa è causata da fattori genetici,
  • secondaria laddove sorga a seguito di traumi, interventi chirurgici e problematiche di tipo meccanico. 

Infine si distingue l’artrosi localizzata, nota come monoarticolare, da quella generalizzata che, come suggerisce il termine, colpisce più articolazioni contemporaneamente. 

A seconda dell’articolazione colpita la patologia si inquadra con nomi differenti come:

  • la rizoartrosi che riguarda il ginocchio
  • la coxoartrosi che, invece, colpisce l’articolazione dell’anca. 
  • La spondiloartrosi, invece, riguarda le articolazioni della colonna vertebrale e si distingue ulteriormente in lombare o cervicale a seconda dei casi. 

L’artrosi si può curare?

L’artrosi si può certamente curare. Il successo della terapia, tuttavia, risiede nell’azione tempestiva finalizzata, in vari modi, a rallentare l’invecchiamento delle articolazioni. 

Quindi la riabilitazione mira a preservare il paziente dal sintomo doloroso e dalle spiacevoli conseguenze del peggioramento della patologia. Ecco perché ogni paziente segue un percorso unico, ovvero personalizzato in base alla propria condizione fisica e mentale. 

Il secondo pilastro che guida il percorso di cura dell’artrosi riguarda la preservazione del movimento, della postura e della forza che, con l’avanzare della patologia, iniziano a venire meno. 

Una muscolatura meno efficiente riduce la forza, la coordinazione ed il controllo posturale e della propriocettività, ovvero il sistema con cui una persona è consapevole di come il proprio corpo sia posizionato nello spazio. 

Dunque l’obiettivo della fisioterapia unita ad altre terapie è quello di ridurre l’impatto della patologia sulle conseguenze appena elencate e permettere al paziente di muoversi autonomamente, in modo naturale e senza provare dolore e rigidità. Ecco perché riteniamo che la fisioterapia per l’artrosi sia molto importante e i suoi benefici aumentano quando il paziente agirà sul suo stile di vita, soprattutto rivedendo ciò che mangia e le sue abitudini quotidiane. 

Come funziona la fisioterapia?

La fisioterapia è un percorso molto personale e che dipende dal paziente e dall’obiettivo a cui desideriamo arrivare. Instabilità, rigidità e dolore articolare sono solo alcuni dei problemi quotidiani con cui una persona affetta da questa malattia deve misurarsi quotidianamente. Per questo la fisioterapia agisce in modo combinato per ridurre il sintomo doloroso e favorire un movimento fluido. 

Programmi personalizzati di fisioterapia

Il programma non è mai il medesimo per tutti i pazienti proprio perché colpisce varie articolazioni ed in modi differenti da persona a persona. Presso i Centri Kinesis Sport, prima di tutto, procediamo alla valutazione dello stato di avanzamento della malattia e, in basa, al caso prescriviamo anche terapie complementari come delle sedute di laserterapia e ultrasuoni per ridurre il dolore in combinazione con farmaci specifici utili a favorire l’attività fisica. 

Inoltre consigliamo vivamente tutte le metodiche di rilassamento, ginnastica anti-trombo embolica per i casi più acuti assieme agli esercizi riabilitativi e di riallineamento articolare. 

Obiettivi di ritrovamento del benessere

A seconda del caso valuteremo se agire principalmente su propriocettività e postura e, quindi, sul tono muscolare, oppure se recuperare la mobilità persa a causa della rigidità e del dolore. Come già scritto non c’è un percorso di cura valido per tutti ma, grossomodo, le attività elencate sono quelle che tutti i pazienti sono soliti eseguire. 

La fisioterapia, con l’attiva collaborazione del paziente, servirà a ridurre l’infiammazione, il dolore ed il sovraccarico. In questo modo e con gli esercizi giusti il paziente potrà ritrovare l’elasticità articolare e la forza muscolare. 

Chiaramente è necessario tenere sotto controllo il peso attraverso un’alimentazione sana, ricca di sostanze utili a rigenerare i tessuti muscolari e a rallentare i processi ossidativi. 

Saranno previsti anche gli esercizi di controllo del movimento e il riordino della postura globale, attraverso movimenti controllati, allungamenti muscolari e rieducazione posturale

Dopo il superamento della fase acuta

Per stabilire un percorso di riabilitazione tramite la fisioterapia è necessario il consulto con lo specialista che, appurato lo stato di avanzamento dell’artrosi in base al passato clinico del paziente, valuterà anche la terapia farmacologica da abbinare, nonché le terapie combinate che possono aiutare il paziente a stare meglio nel più breve tempo possibile. Dopo il superamento della fase acuta ci sarà comunque una fase di monitoraggio periodico del paziente  a cui sarà consigliato di prestare particolare attenzione anche al suo stile di vita attraverso un’ alimentazione sana e un’attività fisica regolare.

Presso i centri Kinesis Sport potrai trovare fisioterapisti esperti che ti seguiranno in ogni fase del processo di recupero.

Le nostre sedi si trovano a Monza, Gessate, Bellusco, Agrate Brianza e Trezzano Rosa.

Prenota subito un appuntamento al numero 0395 989830 oppure scrivici su whatsapp.

CHIAMA ORA
Preferenze Privacy
Quando visiti il ​​nostro sito Web, è possibile che vengano memorizzate informazioni tramite il browser da servizi specifici, solitamente sotto forma di cookie. Qui puoi modificare le tue preferenze sulla privacy. Tieni presente che il blocco di alcuni tipi di cookie potrebbe influire sulla tua esperienza sul nostro sito Web e sui servizi che offriamo.