Sciatalgia: come si cura l’infiammazione del nervo sciatico

Sciatalgia

La sciatica è il nervo più grande e complesso del nostro organismo e, in quanto tale, qualsiasi tipo di mialgia correlata può essere molto dolorosa. C’è chi addirittura la paragona ai dolori del parto perché, se non controllata, può essere davvero debilitante. 

La sciatalgia, infatti, si manifesta come un disturbo acuto della zona bassa della schiena che si irradia inevitabilmente anche agli arti inferiori, impedendo, nei casi più estremi, qualsiasi tipo di movimento. 

In questo articolo vi parleremo della sciatalgia e dei suoi sintomi, suggerendo anche qualche un possibile percorso di recupero e qualche piccolo consiglio per prevenirla. Continua a leggere per saperne di più!

Cos’è la sciatalgia?

La sciatalgia è una condizione dolorosa caratterizzata da un disturbo acuto alla parte bassa della schiena, all’altezza delle vertebre lombari, che può irradiarsi lungo una gamba o entrambe, provocando un’immobilità causata da un’infiammazione non curata del nervo sciatico

È bene precisare che non sempre, quando si avverte un dolore acuto nella zona inferiore del corpo, ci si trova in presenza di sciatalgia. Spesso si tratta di problemi vascolari non identificati, di tensioni muscolari o di un’irritazione di un’altra radice del nervo femorale. È consigliabile, quindi, all’insorgere dei primi di sintomi, consultare uno dei nostri specialisti per identificare velocemente la natura del dolore e correre, in questo modo, ai ripari. 

Il percorso per la cura di tutte queste patologie non è immediato: essere in grado di identificare la natura del problema velocemente è, quindi, il primo passo necessario per intraprendere un percorso fisioterapico e riabilitativo. La diagnosi si avvale di una visita specialistica, nel corso della quale verranno effettuate alcune manovre che permettono allo specialista di capire di fronte a quale tipo di mialgia si trova davanti. Una volta intercettato il tipo di problematica, si procederà a comprenderne le cause prima di arrivare ad una soluzione che spesso passa per un necessario cammino fisioterapico. 

Sciatalgia e cervicalgia: quali sono le differenze?

Quando si parla di sciatalgia ci si imbatte spesso in una serie di confusionarie informazioni. In molti sono convinti, ad esempio, che sia strettamente collegata con la cervicalgia: un disturbo di natura differente che colpisce le vertebre cervicali situate nella zona superiore della schiena che è causato da una cattiva postura, da un colpo di freddo, dallo stress, ecc. Sciatalgia e cervicalgia hanno in comune solo le conseguenze per il nostro organismo: un dolore che provoca vertigini, vomito, nausea, inappetenza e riduzione parziale o completa dei movimenti riconducibili alla zona.  

Sciatalgia: sintomi e cause

La sciatalgia ha una sintomatologia, come dicevamo, abbastanza comune: 

  • Dolore nella zona lombare;
  • Formicolio;
  • Nausea;
  • Vomito;
  • Vertigini.

Per risolvere definitivamente il problema, vale la pena ricordarlo, occorre intervenire sulle cause del problema, prescrivendo analgesici, antidolorifici e miorilassanti per ridurre l’infiammazione che ha colpito la zona.

Tra le principali cause della sciatalgia ci sono:

  • Discopatia degenerativa delle vertebre lombo-sacrali;
  • Stenosi del canale lombare e dei forami di coniugazione lombo-sacrale;
  • Scivolamento di due vertebre (spondilolistesi);
  • Fratture scomposte delle ossa di coscia a gambe;
  • Sindrome del piriforme;
  • Tumori spinali (rari).

Tra i fattori di rischio, bisognerà, invece, considerare:

  • Postura scorretta;
  • Lavori pesanti o ripetitivi che causano infiammazione della zona;
  • Età avanzata che favorisce la disidratazione dei dischi intervertebrali;
  • Diabete;
  • Errate abitudini di vita.

Kinesis Sport: il percorso di riabilitazione

Questo è un disturbo molto debilitante perché, partendo dalla bassa della schiena, si sviluppa coinvolgendo poi gli arti inferiori creando, in certi casi, grandi difficoltà di movimento. 

Nei centri Kinesis Sport operano diversi fisioterapisti che sono in grado di identificare le cause dell’infiammazione del nervo sciatico attraverso un’accurata valutazione clinica del vostro caso. Dopo aver prenotato una visita specialistica presso uno dei nostri centri potrebbe essere necessario sottoporsi ad uno o più esami diagnostici per individuare l’origine del problema:

  • RX rachide dorso-lombare e lombo-sacrale: per evidenziare la presenza di riduzione di spazio discale che suggerisce la presenza di ernia;
  • TC rachide lombare: per determinare se vi siano o meno fratture che possono aver causato il disturbo;
  • Risonanza Magnetica (RM): in grado di diagnosticare un’ernia discale, tumori spinali primitivi o metastatici e altre patologie simili;
  • Elettromiografia (EMG): evidenzia le funzionalità dei muscoli e del sistema nervoso periferico che interessa una data zona del corpo.

Dopo aver esaminato il vostro caso i nostri specialisti prescrivono, prima di tutto, assoluto riposo per almeno 5 settimane in modo che si riduca l’infiammazione e il dolore al nervo. 

In certi casi poi verrà valutato un percorso di fisioterapia riabilitativa che potrebbe coinvolgere anche terapie complementari come l’utilizzo di ultrasuoni. Questa terapia termica ha infatti un effetto analgesico e antinfiammatorio sul nervo sciatico e questi suoi benefici permettono un recupero più veloce delle funzionalità motorie.

Le tempistiche di recupero saranno diverse per ogni paziente, determinate dallo stesso specialista. La fisioterapia sarà comunque molto leggera per permettere al nervo di ridurre l’infiammazione senza appesantire ulteriormente il carico. In queste fasi raccomandiamo sempre assoluto riposo e massima attenzione per evitare di compiere movimenti che potrebbero peggiorare il quadro clinico. 

In caso di dolore intervenire tempestivamente può essere fondamentale: al primo comparire dei sintomi di dolore alla sciatica bisogna prendere subito un appuntamento con un esperto e cercare di capire quali cause possono aver determinato il problema.  

Contattaci direttamente al numero 0395 989830 per prenotare una visita specialistica presso uno dei nostri centri a Monza, Gessate, Bellusco, Agrate Brianza e Agrate Colleoni. 

CHIAMA ORA
Preferenze Privacy
Quando visiti il ​​nostro sito Web, è possibile che vengano memorizzate informazioni tramite il browser da servizi specifici, solitamente sotto forma di cookie. Qui puoi modificare le tue preferenze sulla privacy. Tieni presente che il blocco di alcuni tipi di cookie potrebbe influire sulla tua esperienza sul nostro sito Web e sui servizi che offriamo.