Infortuni sportivi: quali sono i più frequenti?

Infortuni sportivi frequenti

La maggior parte degli infortuni sportivi può essere prevenuta e, in ogni caso, quasi tutti gli incidenti possono essere curati con un’adeguata terapia nel breve o lungo termine. Ma su quali sono i più frequenti durante l’attività fisica? Secondo le statistiche, questi sono gli organi più colpiti da chi pratica sport: 

  • Caviglia più del 25% 
  • Ginocchio 17%
  • Mano 13% (tra questi il 5% colpisce direttamente il polso)
  • Testa 13% (la percentuale più alta riguarda il viso)
  • Torace 6%
  • Polpaccio 5%
  • Dolore alla spalla poco meno del 5%
  • Gomito 4%
  • Colonna vertebrale 3%
  • Piede 3%
  • Coscia 3%

Che tu sia appassionato di tennis o di padel, di sci o di corsa è bene che tu sappia quali sono i sintomi più comuni di un infortunio sportivo e come prevenirlo. Intervenire nel momento giusto e nel modo corretto può essere determinante per evitare alla patologia o più in generale al dolore di protrarsi nel tempo.

Infortuni sportivi più frequenti: quali sono e come curarli

Quali sono gli sport più pericolosi in termini di infortuni? Secondo alcune ricerche, il 71% degli appassionati ha subito infortuni durante una partita di calcio, 69% praticando il basket e il 68% con l’hockey. Sopra al 50% sport popolarissimi come tennis e squash (57%), poco distanti il ciclismo (55%) e atletica (50%). 

Viene ora da chiedersi: quali tipi di infortuni si possono riscontrare nella pratica sportiva? Le possibilità sono molte: dalla frattura alla contrattura, l’importante è intervenire subito consultando uno specialista!

Contrattura Muscolare

La contrattura muscolare è un infortunio sportivo lieve: si tratta di una contrazione involontaria e ripetuta di un muscolo scheletrico. Esso si presenta rigido e provoca dolore in chi la subisce. Tutto questo accade perché il tessuto muscolare viene stimolato oltre il suo limite e si innesca, in questo modo, un meccanismo di reazione. Le ragioni possono essere diverse: la mancanza di riscaldamento, l’attività fisica eccessiva, generici problemi fisici o muscolari. In questo caso il riposo è la terapia migliore: uno stop di 7 giorni ti basterà per tornare perfettamente in forma! 

Strappo Muscolare

Lo strappo muscolare non è altro che una lesione alle fibre che compongono i muscoli. Si tratta di un infortunio sportivo molto comune che interviene quando, senza rendersene conto, allunghiamo eccessivamente le fibre muscolari. Le cause sono molteplici: anche in questo caso la mancanza di riscaldamento può essere determinante, così come microtraumi ripetuti, movimenti bruschi o condizioni avverse. A differenza della contrattura che provoca un dolore meno forte e diffuso, lo strappo muscolare lo genera acuto e localizzato, che, però, non impedisce dopo poco il proseguimento dell’attività. Se pensi di aver avuto un infortunio fermati subito: continuando l’allenamento potresti peggiorare la situazione. Applica il R.I.C.E, il protocollo dedicato: immobilizza il muscolo, applica un impacco freddo, bendalo per evitare ulteriori sollecitazioni. Riposando 2 settimane (o 3, a seconda della gravità) recupererai subito l’infortunio sportivo!

Tendinite

La tendinite, invece, interviene quando i tendini – i tessuti che uniscono i muscoli alle ossa – si infiammano. Si genera in questo modo un dolore acuto localizzato di solito a spalle, gomiti, mani, polsi, le ginocchia e caviglie. Come ce ne accorgiamo? La zona potrebbe cambiare colore (diventando più scura o arrossata) e sarà calda al tatto segnalando un danneggiamento delle fibre del tessuto. Le cause possono essere meccaniche (movimenti sbagliati e ripetuti) o congenite (disturbi generici). Per avere conferma di questo infortunio sportivo dovrai sottoporti ad un esame clinico con diagnostica per immagini. Una volta accertata la diagnosi, il medico prescrive riposo, impacchi freddi e anti-infiammatori.

Distorsione

La distorsione è un infortunio sportivo provocato da un danno all’articolazione con allungamento o rottura dei legamenti, a seconda della gravità. Le cause sono solitamente legate ad una torsione e rotazione, generata da un movimento sbagliato, una caduta accidentale o un trauma. Nel momento in cui si verifica, avverti un dolore acuto, l’impossibilità a muoverti e una tumefazione edematosa. Anche in questo caso la zona si presenterà calda al tatto. Recati subito da un medico per sottoporti ad una radiografia e capire come intervenire. Solo uno specialista potrà dirti cosa è meglio fare.  

Prevenzione infortuni sportivi

Dopo aver analizzato quali sono gli infortuni sportivi famosi, è bene conoscere anche le procedure corrette per evitarli. Prima di sottoporti ad un’attività fisica continua verifica il tuo stato di salute: incontra un medico e sottoponiti alle analisi di routine; pianifica sempre la preparazione atletica in base alla resistenza del tuo corpo e prima di iniziare dedica almeno 15 minuti del tuo tempo al riscaldamento. Controlla idratazione e alimentazione ed almeno all’inizio, affidati ad un professionista in grado di guidarti nella progressione degli esercizi (dal più leggero al più impegnativo). Seguendo questi semplici step manterrai il tuo corpo in salute ed eviterai rallentamenti nell’allenamento ma… attenzione! Se dovessi renderti conto che il tuo fisico non sta lavorando come dovrebbe, fermati subito. Potresti essere vittima di un infortunio sportivo e proseguire potrebbe peggiorare la situazione.

fisioterapia per infortuni sportivi

A volte, la soluzione è più semplice del previsto: rivolgersi ad un bravo fisioterapista più aiutare notevolmente la guarigione di un infortunio. I Centri Kinesis Sport della Brianza offrono percorsi terapeutici personalizzati per favorire la ripresa e la riabilitazione in seguito a strappi muscolari, contratture, tendiniti e distorsioni.

Per maggiori informazioni sui nostri servizi di Fisioterapia a Monza e provincia, puoi contattarci al numero  0395 989830 oppure scriverci via mail.

CHIAMA ORA
Preferenze Privacy
Quando visiti il ​​nostro sito Web, è possibile che vengano memorizzate informazioni tramite il browser da servizi specifici, solitamente sotto forma di cookie. Qui puoi modificare le tue preferenze sulla privacy. Tieni presente che il blocco di alcuni tipi di cookie potrebbe influire sulla tua esperienza sul nostro sito Web e sui servizi che offriamo.