Lombalgia infiammatoria: quali sono le cause e i sintomi

In questo articolo analizzeremo nel dettaglio quali sono le principali cause, i sintomi della lombalgia infiammatoria e come prevenirla.

La lombalgia infiammatoria è uno dei motivi principali per cui ci si rivolge al proprio medico, soprattutto nel momento in cui si avanza con l’età: statisticamente, la lombalgia colpisce più della metà delle persone che hanno superato i 60 anni di età, divenendo così – peraltro – anche una delle condizioni più onerose per il sistema sanitario nazionale.

Nel caso in cui soffrissi di lombalgia infiammatoria, la prima cosa da fare sarebbe quella di rivolgersi ad un buon medico e sottoporsi ad una visita ortopedica. Insieme allo specialista sarà possibile capire la radice del problema ed intervenire prontamente con un trattamento mirato.

Ma quali sono le cause della lombalgia? E come si riconoscono correttamente i suoi sintomi, distinguendoli da altre condizioni?

Cause della lombalgia infiammatoria

Cominciando con il dare uno sguardo alle cause, ricordiamo come la maggior parte delle condizioni di lombalgia infiammatoria sia determinata da disturbi alla colonna vertebrale e alle articolazioni, ai muscoli, ai legamenti e alle radici nervose che la circondano, o ai dischi intervertebrali. Spesso, peraltro, non è possibile identificare alcuna determinante specifica, tanto da rendere difficile intervenire sulle determinanti, ma solamente sui sintomi.

È tuttavia pur vero che in altri casi i dolori alla schiena sono dovuti a problemi esterni alla colonna vertebrale, come ad esempio un tumore, disturbi renali, urinari, digestivi e urinari.

Quali sono i Sintomi?

I sintomi della lombalgia infiammatoria sono principalmente riconducibili alla manifestazione di dolore, diretto o indiretto, locale o irradiato.

In particolar modo, si parla di dolore locale nel momento in cui il fastidio si manifesta in una zona specifica della zona lombare. È questo, peraltro, il dolore lombare più comune: la causa più frequente è quella di una piccola lesione del disco o di un’artrite articolare. Il dolore può essere costante o intermittente, a seconda della tipologia di lesione che si è creata, e spesso non è escluso che il dolore possa essere aggravato o alleviato dal cambiamento di movimento, potendo così dipendere dalle posizioni assunte. È altresì possibile che la regione lombare possa apparire dolente al tatto.

A volte la lombalgia si caratterizza anche per un dolore irradiato, ovvero per un fastidio che si estende dalla regione lombare (dove si manifesta il dolore locale diretto) verso la gamba. Il dolore in questo caso può esser acuto o sordo, può riguardare solamente la zona laterale o posteriore della gamba, può fermarsi fino al ginocchio o giungere fino al piede. Infine, è possibile che tra i sintomi della lombalgia infiammatoria vi sia anche la presenza di un dolore riferito che viene percepito in una posizione diversa, a seconda della causa reale. 

Come accertare la lombalgia infiammatoria?

Per poter diagnosticare correttamente la lombalgia infiammatoria nella maggior parte dei casi è sufficiente recarsi da uno specialista per una visita ortopedica; il medico effettuerà quindi un’anamnesi e una valutazione fisica del paziente per poter accertare la presenza di tale condizione.

Di norma il medico non richiederà ulteriori esami per diagnosticare la lombalgia, considerato che la maggior parte di queste condizioni deriva da osteoartrite, strappi o distorsioni, o altri disturbi di natura muscolo scheletrica, temporanei. 

Se invece il medico sospetta un’altra causa, nota altri sintomi non correlati direttamente con la lombalgia, o si rende conto che la lombalgia del paziente persiste per lungo tempo, è probabile che siano richiesti alcuni esami come la risonanza magnetica o una TC.

Si può prevenire la lombalgia infiammatoria?

Buona parte delle cause della lombalgia infiammatoria possono essere ridotte o attenuate adottando alcune semplici accortezze, come la pratica di una frequente attività fisica, l’esecuzione di esercizi di stretching e di rinforzamento dei muscoli, la cura del proprio peso ideale e il mantenimento di una postura corretta.

In particolare, è proprio l’attività fisica regolare il modo più efficace per prevenire le principali forme di lombalgia. In tal merito, possono essere d’aiuto sia gli esercizi aerobici (nuotata, camminata), che gli esercizi di allungamento.

Se soffri di lombalgia puoi rivolgerti ai Centri Kinesis Sport per sottoporti ad una visita ortopedica a Monza, Bellusco, Agrate Brianza e Gessate. Affidati ai nostri medici ortopedici per accertamenti specifici e per intraprendere un percorso di riabilitazione personalizzato.
Vuoi maggiori informazioni sui nostri servizi? Contattaci!

CHIAMA ORA
Preferenze Privacy
Quando visiti il ​​nostro sito Web, è possibile che vengano memorizzate informazioni tramite il browser da servizi specifici, solitamente sotto forma di cookie. Qui puoi modificare le tue preferenze sulla privacy. Tieni presente che il blocco di alcuni tipi di cookie potrebbe influire sulla tua esperienza sul nostro sito Web e sui servizi che offriamo.