Stiramento e strappo muscolare: quali sono le differenze?

Anche se comunemente i termini stiramento e strappo muscolare sono erroneamente utilizzati come sinonimi, la differenza tra le due lesioni muscolari è ben evidente

Anche se comunemente i termini stiramento e strappo muscolare sono erroneamente utilizzati come sinonimi, la differenza tra le due lesioni muscolari è ben evidente. Cerchiamo di individuarle separatamente, e scoprire quali terapie utilizzare per risolvere i problemi di salute.

Lo stiramento muscolare

Lo stiramento muscolare è un allungamento eccessivo delle fibre muscolari che, dunque, si tendono oltre le possibilità del muscolo. Il dolore insorge in modo graduale e progressivo durante lo sforzo, con la zona colpita che risulta fisicamente dolorosa in caso di palpazione. Non abbiamo però una lesione anatomica in senso stretto, considerato che le fibre rimangono intatte. I tempi di guarigione sono di circa 2 settimane.

Lo strappo muscolare

Diverso è il concetto di strappo muscolare, o distrazione. In questo caso abbiamo una lesione vera e propria, tale da determinare una scarsa funzionalità del muscolo, con dolore acuto e ben localizzabile, oltre che una tumefazione che può trasformarsi in un’ecchimosi o un ematoma. Lo strappo muscolare, come suggerisce il nome, determina una rottura delle fibre. E a seconda del numero delle fibre strappate, avremo uno strappo di primo, secondo o terzo grado.

In seguito allo strappo verrà poi a determinarsi del tessuto cicatriziale: lo specialista dovrà intervenire per rendere questo tessuto quanto più possibile simile a quello muscolare in termini di elasticità, contribuendo in tal modo a contenere il rischio di ricadute.

Purtroppo, i tempi di guarigione dallo strappo muscolare sono più lunghi. Per risolvere uno strappo muscolare di primo grado occorrono anche 30 giorni, per passare ai 45 giorni dello strappo di secondo grado e agli oltre 45 giorni dello strappo di terzo grado. Ecco una guida con i 5 errori da evitare per favorire il recupero muscolare.

Cosa fare in caso di stiramento o strappo muscolare

Come probabilmente già noto, se durante l’attività fisica dovessero essere riscontrati dei sintomi riconducibili ad uno stiramento o ad uno strappo, occorrerà procedere con l’applicazione consigliata del protocollo RICE (Rest, Ice, Compression, Elevation), ovvero:

  • Riposo
  • Ghiaccio
  • Compressione con bendaggio
  • Elevazione dell’arto interessato.

Con un coerente rispetto di tale protocollo si cerca di ridurre il danno e la comparsa degli edemi.

Ciò premesso, per poter trattare correttamente gli effetti di uno stiramento e, soprattutto, di uno strappo, diventa essenziale ricorrere alla consulenza di uno specialista in massoterapia che possa indicare la corretta terapia per risolvere il pregiudizio fisico subito. Volta per volta, pertanto, lo specialista potrà indicare l’uso di terapie come gli ultrasuoni o la laserterapia, così come i farmaci, l’utilizzo di specifici ausili, e così via.

Perché possiamo andare incontro a stiramenti e strappi

Ma perché alcune persone soffrono maggiormente di stiramenti e strappi, e altre no?

L’elenco delle determinanti che potrebbero influenzare la probabilità di andare incontro a questi problemi è piuttosto ampio. A cominciare da pregressi infortuni muscolari che potrebbero aver messo a dura prova l’elasticità delle fibre a causa del tessuto cicatriziale.

Spesso inoltre si subiscono infortuni perché vi è uno squilibrio di forza tra muscoli agonisti e antagonisti. Questa mancanza di equilibrio è figlia di allenamenti poco coerenti, o ancora perché vi sono situazioni di deficit di flessibilità articolare e muscolare. 

Di frequente, inoltre, stiramenti e strappi sono il frutto di sessioni di riscaldamento inadeguati, con gli atleti (soprattutto quelli non agonisti e professionisti) che passano da una condizione di riposo a quella di massimo sforzo in modo troppo rapido e irruento. Altre possibili cause di una maggiore probabilità di stiramenti e strappi sono gli eccessivi affaticamenti e, nel post esercizio, una scarsa attenzione per l’importanza dello stretching.

Naturalmente, riconoscendo con attenzione quali sono i fattori che potrebbero influenzare la possibilità di andare incontro a strappi e stiramenti, sarà anche possibile adottare le migliori misure preventive e, così facendo, ridurre il loro rischio.

CHIAMA ORA
Preferenze Privacy
Quando visiti il ​​nostro sito Web, è possibile che vengano memorizzate informazioni tramite il browser da servizi specifici, solitamente sotto forma di cookie. Qui puoi modificare le tue preferenze sulla privacy. Tieni presente che il blocco di alcuni tipi di cookie potrebbe influire sulla tua esperienza sul nostro sito Web e sui servizi che offriamo.