Tendinite: di cosa si tratta, cause e come trattarla

Tendini infiammati cosa fare

La tendinite è un processo infiammatorio a carico dei tessuti molli, che uniscono i muscoli alle ossa trasmettendo la trazione per generare il movimento. I tendini sono robusti tessuti molli che collegano i muscoli alle ossa e che con il tempo sono soggetti a fenomeni degenerativi. Se la connessione si usura, il tendine può infiammarsi provocando dolore e limitando la possibilità di movimento. Le più comuni, quelle cioè a cui bisogna prestare maggiore attenzione, sono la tendinite alla spalla e la tendinite al ginocchio.

sintomi e diagnosi

Vediamo dunque come riconoscere i primi sintomi della tendinite. Solitamente, ti accorgi dell’infiammazione a causa del dolore e dell’irritazione intorno all’articolazione, che risulterà più gonfia e più calda. La diagnosi di tendinite viene effettuata sulla base dell’anamnesi, dell’esame obiettivo e della diagnostica per immagini.

La tendinite può colpire:

  • mani
  • piedi
  • spalle
  • ginocchia
  • gomiti
  • anche

Alcune forme comuni, poi, prendono il nome dagli sport che ne potenziano i rischi, come ad esempio la spalla del nuotatore. Il modo migliore per evitarla è conoscere i fattori che aumentano la possibilità di infiammazione e cercare di abbassarli attraverso un riscaldamento adeguato allo sforzo fisico a cui ci stiamo sottoponendo. Anche l’attrezzatura gioca un ruolo fondamentale in questo senso. Se pratichi  la corsa assicurati una giusta scelta delle scarpe avendo cura che si adattino all’appoggio del piede e al tuo peso e che non abbiano una suola troppo bassa e rigida.

Se mentre stai praticando sport o palestra avverti un dolore intenso in una zona particolare del tuo corpo e verifichi un rigonfiamento o un arrossamento sospetto, recati subito dal medico di base o da uno specialista per un consulto. Intervenire subito vuol dire risparmiare tante ore di terapia. 

cause della tendinite

Le cause della tendinite sono molto variabili da caso a caso. Ecco le principali: 

  • un trama consistente intervenuto per l’attività fisica
  • microtraumi ripetuti
  • postura scorretta
  • vita eccessivamente sedentaria
  • malattie (come l’artrite reumatoide, la gotta o il diabete)
  • infiltrazioni frequenti con corticosteroidi
  • l’invecchiamento.

La tendinite alla spalla può dipendere dal bicipite e irradiarsi verso gomito e avambraccio. Oppure, può partire da una lesione alla cuffia dei rotatori e irradiarsi dalla punta della spalla alla parte esterna del braccio. Questo tipo di tendinite è particolarmente fastidiosa perché interessa un gruppo dei quattro muscoli che attaccano il braccio alla spalla, consentendogli di ruotare e alzarsi. 

L’infiammazione al tendine del ginocchio, invece, si verifica soprattutto in soggetti anziani, che hanno mezzi di connessione più deboli, usurati e meno flessibili. La tendinite al rotuleo, in particolare, occorre soprattutto nei tentativi di sforzo fisico che coinvolgono i salti. La contrazione muscolare sforzano il tendine sottoponendolo ad uno stress eccessivo che degenera poi in infiammazione. Una rottura completa dei tendini del ginocchio oltre ad essere molto dolorosa è anche invalidante perché rende difficoltosi i movimenti come alzare, stendere o piegare la gamba. Proprio per questo l’intervento del medico è non solo consigliato ma determinante per la ripresa fisica veloce del paziente.

Tendinite: come trattarla

Tutti i trattamenti fisioterapici per tendinite vengono prescritti dal medico che valuta caso per caso, quello o quelli più adatti al paziente. È importante quindi rivolgersi allo specialista al primo insorgere dei sintomi per scongiurare tempi di recupero troppo lunghi e per conoscere la terapia e i farmaci più adatti alla tua situazione. In caso di tendinite diagnosticata da uno specialista, la terapia consigliata consiste in: 

  • Riposo immediato della zona;
  • Fasciatura con compressione del tendine colpito;
  • Sollevamento della gamba per scaricare il peso;
  • Assunzione di farmaci anti-infiammatori regolarmente prescritti;
  • Applicazione frequente di ghiaccio per 15 minuti;
  • Il medico potrà raccomandare anche l’intervento di un fisioterapista di riabilitazione.

fisioterapia per tendinite

La fisioterapia per tendinite comprende tutte le terapie atte alla risoluzione del problema:

  • Rieducazione motoria: una manipolazione atta a riportare l’articolazione al range articolare fisiologico compromesso. Lo specialista si impegnerà nel recupero del tono muscolare e nella stabilizzazione dell’articolazione per ripristinare la corretta funzionalità della zona ed evitare eventuali limitazioni nel paziente.
  • Tecarterapia: un trattamento elettromedicale studiato per un recupero celere da traumi e infiammazioni dell’apparato muscolo-scheletrico nei pazienti di ogni età. Questa macchina è capace di generare calore all’interno dell’area anatomica bisognosa di cure. Unita al massaggio dello specialista produce effetti quasi immediati.
  • Onde d’urto: si tratta di impulsi sonori, di natura meccanica che si propagano nei tessuti, in sequenza rapida e ripetuta per ottenere benefici in relazione allo svilupparsi di patologie come la tendinite al ginocchio o alla spalla. Grazie alla loro azione combinata si ottiene un effetto antinfiammatorio e antidolorifico.
  • Laserterapia: un fascio di luce irradiato può ridurre considerevolmente l’infiammazione intervenendo anche sul dolore. Questo trattamento fisioterapico per tendinite è molto utilizzato perché, è stato dimostrato, produce effetti riscontrati a lungo termine. Viene utilizzata anche in modo combinato con la tecarterapia, con effetti terapeutici nell’artrosi e nel trattamento di un edema.

Per prendere appuntamento con un fisioterapista esperto, in sede o a domicilio, puoi rivolgerti ai nostri Centri Kinesis Sport presenti a Monza, Agrate Brianza, Bellusco e Gessate. Per maggiori informazioni puoi contattarci online oppure chiamarci al numero 0395 989830.

CHIAMA ORA
Preferenze Privacy
Quando visiti il ​​nostro sito Web, è possibile che vengano memorizzate informazioni tramite il browser da servizi specifici, solitamente sotto forma di cookie. Qui puoi modificare le tue preferenze sulla privacy. Tieni presente che il blocco di alcuni tipi di cookie potrebbe influire sulla tua esperienza sul nostro sito Web e sui servizi che offriamo.